I 5 comandamenti del Travel Blogger (pt.3)

Updated: Apr 8, 2018

ISLANDA!

L'Islanda è una vera è propria avventura tra natura incontaminata, ghiaccio e fuoco da vivere possibilmente in fuoristrada!

Il primo consiglio che posso darvi è di vivere l'Isola con calma i tour che ci sono in giro sono spesso di circa 6/10 giorni ed effettivamente è il tempo giusto per potersi godere le meraviglie dell'isola di ghiaccio.

Si parte da Reykjavik la capitale dove vi consiglio di fare base per qualche giorno prima di iniziare il vostro on the road personale.

La strada da percorrere è la Ring Road lunga circa 1300 KM e attraversa tutta l'isola una modo circolare.

Il periodo consigliato ovviamente è tra Maggio e Agosto per via delle temperature meno rigide rispetto a quelle invernali, ma noi si sa, siamo temerari!

Da Reykjavik alla Blue Lagoon! La prima tappa è la Blue Lagoon immergetevi in un ambiente che sembra lunare, la SPA naturale non è tra le meno costose ma essendo la più famosa forse conviene spendere dei soldi proprio li e godersi il meritata relax prima di iniziare il vero viaggio verso il Circolo d'oro.

Per girare l'Islanda bisogna essere attrezzati e pronti a tutto soprattutto se l'avventura che volete vivere è invernale, la parte da scoprire sostanzialmente è la parte sud dell'isola.

Vi è piaciuta la laguna Blu? Allora che ne pensate del Thingvellir National Park???

Camminare tra le placche dicono sia una delle esperienze più belle, il parco offre diversi percorsi tutti naturalistici ( infatti dal 2004 è patrimonio dell' UNESCO per la sua importanza culturale ) qui vi potete sbizzarrire quanto vi pare.

La seconda tappa del tour è GEYSIR, il Grande Geysir! E' il geyser più conosciuto dell'Islanda ed è ritenuto il più vecchio d'Europa.

Riprendete il vostro 4x4 è dirigetevi verso Sud/Est se avete voglia potete cercare una sistemazione nelle Turf House le tipiche case che sembrano uscire dal terreno dal tetto di torba.

Passata la notte se volete godervi una giornata di relax potete cercare una bella spa con acque termali, oppure una bella escursione su i cavallini Islandesi.

Ricordate che siete vicini a Vik un'altra città al sud dell'isola qui avete altri punti di interesse, a mio avviso forse qui in torno ci sono i più belli!

Iniziamo dalla sempre splendida Reynisfjara beach la spiaggia con la sabbia nera dei vulcani islandesi, se guardate la spiaggia da angolazioni diverse potete notare onde giganti, faraglioni , la spiaggia stessa, le grotte formate dall'erosione! Una spiaggia unica!

Dalla spiaggia nera adesso è il momento di passare e non dimenticatelo! Dal DC-3 Plane questo aeroplano della US Navy si schiantò Il 24 novembre del 1973 costretto ad un atterraggio di emergenza sulla sperduta spiaggia di Sólheimasandur, le cause incerte così come la data dell'evento!

Di per se non è altro che un rottame ma il luogo dell'impatto con il contrasto di questo velivolo meritano la lunga passeggiata!

Il giorno dopo tempo permettendo andate a vedere le Skogafoss le cascate d'oro qui è facile avvistare l'arcobaleno che parte da una cascata molto fotogenica alta circa 60 metri larga ben 25!


Svartifoss le cascate nere! L'ultima tappa del tour che vi sto consigliando.

NON ultimo per merito ovviamente, perchè queste cascate sono bellissime una vera goduria! Ci vogliono circa 45 minuti prima di raggiungere il basalto ma fidatevi che se avrete la pazienza e voglia giusta lo spettacolo vi ripagherà

Prima di dirvi che ora potete tornare a Reykjavik per godere dell'ultimo giorno.

Volevo ricordarvi che oltre alle bellezze delle spiagge dei vulcani dei geyser dei ghiacciai e delle cascate siamo venuti in Islanda per stare costantemente con il naso all'insù per assistere all'aurora boreale!

Quindi prima di andare a dormire pensando a quando tornare in Islanda passate e state nel villaggio chiamato Álftanes. Qui potrete ammirare le aurore da una baia, mentre danzano sulla città di Reykjavik riflettendosi nel mare.